Search
Reputation News
La reputazione online di Harry Potter: tra magia e religione, amore ed amicizia

venerdì 16 dicembre 2011

La reputazione online di Harry Potter: tra magia e religione, amore ed amicizia

Una nuova ricerca di Reputation Manager fa il punto su quanto si dice in Rete sul mago più famoso di letteratura e cinema insieme: polemiche religiose inutili, il maghetto passa a pieni voti lo scrutinio del Web 2.0 - e negli ultimi 6 mesi l’interesse del popolo di Facebook è cresciuto del +20%

In occasione della presentazione dell’interessante – e per alcuni controverso - libro del giovane “teologo pop” Peter Ciaccio, “Il Vangelo secondo Harry Potter”, è stata illustrata a Milano la nuova ricerca di Reputation Manager sull’identità digitale del maghetto di Hogwarts, la cui saga libresca e cinematografica si è da poco conclusa con grande successo. Largamente positiva la reputazione online “italiana” di Harry Potter: oltre il 58% dei commenti è decisamente favorevole, con solo 8% di opinioni negative (e il resto neutrali).

Eppure ci si sono messi esponenti di peso della chiesa cattolica romana e delle chiese evangeliche più fondamentaliste – ultimo in ordine di data, ma non certo d’importanza, anche padre Amorth, il sacerdote cattolico famoso esorcista, che l’ha addirittura tacciato di satanismo – a denigrare le storie di Joanne Rowling, perché “nessuna religione seria può coesistere con la magia”, come viene riportato nei blog e nei forum in Rete, i canali più attivi in assoluto.

Delle opinioni espresse dai navigatori in questi canali (blog e forum), però, solo una minima parte è negativa; sono i siti di news, che riportano i pareri dei commentatori più blasonati, a concentrare la negatività (con uno sparuto 2%, comunque).

La stragrande maggioranza non è infatti d’accordo con questa tesi, e considera portatori di messaggi positivi, per non dire edificanti, i personaggi dei libri della scrittrice britannica: fatta eccezione per alcuni casi isolati, i navigatori sono molto scettici e sarcastici su queste dichiarazioni e in generale sui collegamenti tra Harry Potter e l’esoterismo.

C’è chi sostiene che, “anche se non di diretta ispirazione religiosa”, nei libri di Harry Potter ci sono principi propri del cristianesimo: si tratta di una teoria avallata persino dal noto politico cattolico Rocco Buttiglione, ma anche – in modo diverso, ossia rivendicandone proprio il sostrato culturale biblico - da esponenti della chiesa protestante, proprio come il pastore della chiesa valdese-metodista Peter Ciaccio, autore del libro presentato ieri a Milano. C’è anche poi chi dice, più semplicisticamente, che “a Hogwarts sono tutti di religione anglicana, perché inglesi”.

Altro tema investigato dalla ricerca di Reputation Manager è quello dell’amore e dell’amicizia, sentimenti che nella saga vanno di pari passo e sono funzionali al coraggio dei protagonisti, il motore delle loro azioni contro il male. L’amore fa il suo ingresso nel quarto episodio ma diventa centrale come tema solo nel sesto, Il Principe Mezzosangue (quando Harry si innamora di Ginny e Ron di Lavanda Brown, scatenando la gelosia di Hermione) nel quale i maghetti scoprono le prime pulsioni sessuali: si registra molta attesa dei teen-ager, nei forum, rispetto a questo argomento. In generale, però, l’amore in Harry Potter è inteso nel suo senso più alto e astratto come amore per la giustizia, la verità e il coraggio. Anche quando si tratta di amore romantico, va notato che Hermione e Ron si innamorano un po’ alla volta (a differenza di altre saghe giovanili, come Twilight, dove i protagonisti sono travolti dall’amore a prima vista). I lettori/navigatori lo considerano insomma un modello più vicino alla realtà e alla vera idea di amore.

Da ultimo, un tema su cui l’incrocio con la magia è forse inaspettato è quello della filosofia di Harry Potter: il libro sull’argomento di Simone Regazzoni è stato accolto molto positivamente dagli appassionati di Harry Potter che vogliono sviluppare un punto di vista analitico sull’opera.

La complessità tematica e valoriale e la sua bellezza la rendono un’opera universale e senza tempo (prova ne sia la copiosa saggistica a riguardo). Harry Potter tiene in sè le riflessioni sulla verità, il libero aribitrio e il destino affrontate dai grandi filosofi: "l'opera d'arte è il farsi evento della verità" (Heidegger) "la filosofia è il distacco da ciò che è acquisito come vero per cercare altre regole del gioco"- “La magia è filosofia perchè esalta il potere della parola, produce azioni attraverso il linguaggio” (Austin).

L’analisi multilingua di Facebook conferma sostanzialmente il quadro già delineato:” aggiunge Andrea Barchiesi, A.D. di Reputation Manager “circa 70 milioni di fans sulle pagine dedicate a Harry Potter (per il 60% uomini), 6 milioni di like e 300 mila tra post e commenti generati dagli utenti con un trend di crescita del +20% negli ultimi sei mesi, a confermare che il fenomeno è ben al di là dall’essere terminato, e con un sentiment sostanzialmente positivo.”

“Il mondo magico di Harry Potter scorre in parallelo a quello dei ‘babbani’, è intriso di realtà - che è la coesistenza di mondi diversi ma non conflittuali: per questo funziona. E i suoi personaggi non sono semplicemente in bianco e nero, buoni o cattivi, totalmente positivi o negativi,”- ribadisce Peter Ciaccio, l’autore del libro commentando la ricerca di Reputation Manager – “il che rende più vero e verosimile il racconto e il profilo dei protagonisti, ce li avvicina al cuore - con le loro cadute, ma anche con le possibilità di redenzione offerte persino ai malvagi. Forse per questo motivo, a mio parere, i navigatori italiani lo apprezzano così tanto.”

Pubblicato il (venerdì 16 dicembre 2011)

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it