Search
Reputation News
Amministrative 2011: le preferenze su Facebook subito prima del voto

venerdì 13 maggio 2011

Amministrative 2011: le preferenze su Facebook subito prima del voto

Pisapia ha grandi numeri, ma non “viralizza” la positività dei fans, se non nel finale;Moratti suscita emozioni forti ma estremizzate - anche in negativo; IdV e Cinque Stelle sono forze da non sottovalutare;sorpresa De Magistris: la Napoli del faccialibro lo ama.

Milano 13 maggio 2011 - Mentre si conclude in modo incandescente la campagna elettorale delle Comunali a Milano, Torino, Bologna e Napoli, Reputation Manager - la società di ingegneria reputazionale specializzata nel Web 2.0 – ha analizzato con il suo strumento software avanzato la presenza e i contenuti su Facebook dei candidati sindaci nelle 4 città.

“Lo scopo era quello di capire come si è svolta la comunicazione su Facebook sull’argomento elezioni comunali, sia in termini quantitativi sia qualitativi” spiega Andrea Barchiesi, Managing Director di Reputation Manager “e di misurare quanto le conversazioni che avvengono nei gruppi e sulle pagine Facebook siano indicative di un effettivo modo di sentire della Rete rispetto agli argomenti e alle persone della campagna elettorale”.

I dati numerici: Pisapia fenomeno
Su Facebook in italiano ci sono 28 “Gruppi” e 148 “Pagine” che hanno come argomento la parola “sindaco”, popolati per il 60% circa da uomini e per il 40% da donne, con conversazioni e commenti per la maggior parte (oltre l’80%) di tenore neutrale, solo nelle Pagine si registra un 10% di contenuti e commenti di valenza negativa.

Uno sguardo alle Pagine (“fan page”) ci dice subito che la più grande in assoluto è quella di “Giuliano Pisapia Sindaco x Milano” (candidato del centro-sinistra), con circa 26.000 fans (ultimo rilevamento al 12 maggio); segue quella di “Luigi De Magistris Sindaco per Napoli” (candidato per Italia dei Valori) con circa 10.000 fans; poi Mario Morcone, sempre di Napoli, ma candidato del PD, con circa 6.000, Piero Fassino (Torino, PD) con 5.000 fans, tallonato stretto da Gianni Lettieri, candidato del PdL a Napoli; Mattia Calise, il ventenne candidato a Milano per il Movimento 5 Stelle-con Beppe Grillo, poi la pagine di Milly Moratti per Pisapia, circa 1.600 fans, che stacca di poche decine la Pagina della cognata candidata sindaco a Milano per il centro-destra. Merola (centro-sinistra), Bernardini (centro-destra) e Bugani (5 stelle) – Bologna - si attestano tutti sui 1.000-1.500 fans, come anche Manfredi Palmeri, candidato a Milano per il Terzo Polo.

In termini di tendenza politica, le Pagine sono per il 65% popolate dall’area PD (la presenza di SEL e altri partiti di sinistra non è rilevante nelle Comunali e si “confonde” nel centro-sinistra) per il 15% dall’Italia dei Valori, che ha invece una sua identità precisa su Facebook; poi vengono il PDL con l’11% e “Cinque Stelle”, il movimento più giovane fondato da Grillo, con un già significativo 7%; i partiti del Terzo Polo si fermano al 2% collettivo. In termini di contributo geografico alle discussioni elettorali sui sindaci in Facebook, Milano fa la parte del leone con il 55%, Napoli arriva seconda con il 34%, poi Torino con il 9% e Bologna con il 2%.

Sommando tutte le Pagine riguardanti i candidati, a Milano, è sorprendente che Mattia Calise di Cinque Stelle arrivi prima di Letizia Moratti con il doppio di fans (4.000 contro 2.000), nella battaglia comune con Pisapia – che comunque surclassa tutti di grande misura, con quasi 29.000 fans totali.

I contenuti: Moratti batte Pisapia, ma solo in proporzione
Le vere sorprese arrivano dal tipo di conversazioni e contenuti sui due principali contendenti, sulle Pagine: se quantitativamente Pisapia stravince, l’indice di “densità sociale” (social density) rilevato da Reputation Manager (rapporto tra numero di post in bacheca e numero di fans), è molto alto per Moratti – 80%, il che significa che quasi tutti i 1.600 fans della Pagina di sostegno più importante al sindaco uscente postano commenti con frequenza; i fans di Pisapia invece si possono definire più “tranquilli”, con un indice di social density del 2%. In termini assoluti, si tratta di 600 post, contro i 1.300 circa di Moratti.

E’ però vero che mentre il tenore dei contenuti su Pisapia nei Gruppi e nelle Pagine è per la gran parte neutro (80-90%) o positivo (15% nella Pagine, 8% nei Gruppi), quello su Moratti è per oltre il 90% negativo specie nei Gruppi – che non di rado hanno titoli evocativi già in partenza (“Mobilitiamoci davvero, basta Moratti” “Moratti Sindaco? Ma Anche No” ecc).

Va detto che le menzioni di Moratti appaiono anche in modo spontaneo sui gruppi e sulla pagine dedicate a Pisapia e ad altri candidati e hanno alta viralità, a differenza di quelle di Pisapia, che hanno invece un’elevata share of voice ma in generale una viralità limitata (tranne che forse per l’ultimo episodio del confronto dei candidati con “sorpresa finale” a Sky24, che ha suscitato un sollevamento dei fans di Pisapia su Facebook, con un velocissimo passaparola).

“La comunicazione del Sindaco di Milano uscente - commenta Andrea Barchiesi - come ci dice il nostro strumento di analisi psicolinguistica e di prossimità emotiva, è connotata da una modalità di comunicazione istituzionale e centrata sulla figura del leader, a cui ben rispondono i suoi fans su Facebook; ma incentrando la comunicazione social (basta guardare i titoli delle pagine ufficiali) sulla sua figura personale e il suo ruolo anziché sulla coalizione, si è esposta maggiormente alle opinioni (negative) . Pisapia al contrario ha scelto di puntare sulla sinergia della coalizione e quindi di distribuire la sua comunicazione su più figure (si vede sempre dalla tipologia di pagine a lui riconducibili). Il dato interessante a questo punto, a nostro parere, è che una comunicazione sociale come quella di Pisapia su Facebook - sebbene raccolga grandi numeri - acquisisce meno viralità e risonanza di una comunicazione più personale perseguita dal sindaco uscente ”.

Per quel che riguarda le altre città, come già detto i numeri sono molto più contenuti e i toni meno aspri; a Torino il 75% dei fans (oltre 5.000) è per Fassino, mentre Bertola, candidato di Cinque Stelle, ne raccoglie circa 1.300, il 20%, staccando di molto i candidati di PDL e Terzo Polo; a Bologna i tre principali candidati sono molto vicini, con Bernardini e Merola entrambi oltre il 36% e il candidato di Cinque Stelle, Bugani, al di sotto del 30%.

Infine merita una menzione particolare a Napoli il candidato IdV Luigi de Magistris, che surclassa tutti con 10.000 fans – il doppio del candidato del PD Morcone – ed è in costante crescita, +7% nei soli ultimi 2 giorni.

Pubblicato il (venerdì 13 maggio 2011)
ARTICOLI CORRELATI

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it