Search
Reputation News
Angela Merkel, la Rete ti vede così

giovedì 1 marzo 2012

Angela Merkel, la Rete ti vede così

La donna più potente del mondo non ha scaldato i cuori di Internet: il 70% dei commenti sulla Cancelliera è neutrale. E oltre il 40% dei contenuti rimandano a Silvio Berlusconi

Angela Merkel Identità Digitale Reputation Manager

La donna più potente d’Europa, e forse del mondo, ha una discreta reputazione online tra noi italiani. La giudichiamo un politico serio, poco importa se donna: le numerose parodie in Rete e le battute infelici del nostro ex-premier l’hanno evidentemente rafforzata.

Dall’analisi del Web emerge l’immagine di una leader fredda, teutonica, poco democratica? Può darsi, ma anche se la cancelliera non scalda i cuori, attira simpatia. L’analisi di Reputation Manager, la società degli esperti d’ingegneria reputazionale del Web 2.0, fa emergere anche i lati positivi della “pseudo-dittatrice” dell’Europa unita, implacabile sostenitrice dell’ortodossia economica con i Paesi in difficoltà come Italia, Spagna e naturalmente Grecia.

Scarica la ricerca completa

I livelli di analisi delle conversazioni per ricostruire l’identità digitale del personaggio sono due: la sua immagine personale (biografia, opinioni, parodie) e la sua carriera politica, dai tempi del suo impegno giovanile, per poi approdare al Bundestag come presidente del partito conservatore Unione Cristiano-Democratica. Prima leader dell’opposizione e poi, a fine 2005, Cancelliere, ovvero primo ministro della Germania, posizione che conserva tutt’oggi.

Le pagine Web sulla Merkel studiate dallo strumento di Reputation Manager sono quasi 20 mila, su un migliaio di domini web. E qui arriva il primo risultato interessante: il 70% delle conversazioni su Merkel è neutrale, solo il 17% è decisamente negativo. Prevale il canale video con i suoi commenti (quasi il 40%) ma ci sono molte conversazioni anche su forum (23%) e blog (17%), dove si concentra peraltro il 50% di negatività.

Il 66% di quanto si dice di lei in Rete riguarda strettamente la carriera politica: le conversazioni sulla sua immagine personale sono una minoranza, più che altro parodie video, che però pesano per il 22% nella costruzione della sua reputazione online (l’elemento che pesa di più, con il 50%, è il suo ruolo di cancelliere).

Apprezzate, anche se poco commentate rispetto al ruolo attuale, la sua attività parlamentare e il suo ruolo come leader dell’opposizione. I pochi commenti negativi si concentrano per lo più sul suo ruolo attuale di cancelliere.

Berlusconi-Merkel

L’ombra del cavaliere

Ben il 40% dei contenuti virali su Angela Merkel sono in qualche modo associati a Berlusconi. La notorietà in Rete della signora cancelliere ha fatto un grosso balzo grazie al rapporto col nostro, a cominciare dai video che li riprendono insieme: tra i più diffusi, quello dove Angela aspetta spazientita che Silvio finisca una “non rimandabile” telefonata al cellulare.

Anche l’analisi del CERR, il Coefficiente di Rischio Reputazionale misurato da Reputation Manager, dimostra come Frau Merkel goda di un certo prestigio in Rete: l’indice è sempre in territorio positivo, specialmente quando si parla della sua storia personale (+1,71) e dell’immagine di serietà che trasmette. L’impatto emotivo delle conversazioni è decisamente basso, nella stragrande maggioranza dei casi (84%). I contenuti negativi hanno un impatto emotivo più alto, che però solo nel 16% dei casi può essere lesivo. Forse un caso di… freddezza teutonica?

Come spesso capita con i personaggi pubblici, l’immagine personale passa in gran parte attraverso il canale video. Nel caso di Merkel, il 56% dei video online sono parodie e i contenuti politici riguardano per lo più la famosa risata scettica su Berlusconi con Sarkozy e le gaffe dell’ex-premier italiano nei suoi confronti. Il video più visto e commentato è “La Merkel risponde a Berlusconi”, con 401.677 visualizzazioni e 653 commenti.

Al di là dello scherzo, nei commenti c’è sia chi sostiene la sobrietà e la rigida compostezza della Merkel, sia chi spara a zero sulla sua politica e il suo ruolo in Europa.

Crozza, la capra e mario Monti Ben il 69% di share dei video totali è costituita dalle parodie di Maurizio Crozza, con oltre un milione di visualizzazioni: in questi video, l’immagine di Merkel comincia a essere sempre più legata a quella del nuovo premier Mario Monti, con il quale sembra andare “d’amore e d’accordo”.

Il canale Facebook è più eterogeneo anche perché rilevato internazionalmente: accanto a gruppi e pagine di veri fan (come la pagina “Angela Merkel”, con oltre 135 mila fan e 75 mila “mi piace”!) ce ne sono molti, specie quelli creati dai tedeschi, che stroncano la cancelliera, come ad esempio le pagine (tedesche) “Può questa capra avere più idea dell’economia di Angela Merkel?” oppure “Angela Merkel licenziata”. Non sorprende invece che da noi, accanto a YouTube, i domini più attivi (e positivi) sul personaggio Merkel siano quelli dei giornali online, in particolare del Corriere e del Sole 24 Ore.

Personale e politico Sul Web si parla molto poco della sua vita privata. Gli unici contenuti davvero negativi sulla sua biografia sono legati alla visione del controverso attivista radicale Thierry Meyssan, che la dipinge come «una neo-conservatrice alla guida dell’Unione Europea», teoria ripresa e commentata su diversi forum italiani. Per qualcuno Merkel è addirittura un “agente doppio” (forse anche per la sua origine dalla Germania Est), mentre il sito Reseau Voltaire, che fa sempre capo a Meyssan, la elegge a eroina dell’ipercapitalismo filoamericano. Per altri Angela è “donna del decennio”. Il portale Alfemminile la definisce «l’esempio di come con discrezione e intelligenza si può arrivare a governare un Paese». Sul web italiano i dubbi della Merkel sulla cittadinanza agli immigrati sono ambivalenti e si compensano, in termini di reputazione online. Una situazione che il portale satirico Spinoza.it illustra con una battuta: “Angela Merkel: «Il modello multiculturale è fallito». Poi ha ordinato il solito kebab”.

Chi ne denigra la femminilità la rende ancora più autorevole «Volendo provare a sintetizzare», commenta Andrea Barchiesi, Ad di Reputation Manager , «direi che è stata premiata la serietà che viene riconosciuta in Rete al personaggio. Non le viene fatta alcuna concessione benevola in quanto donna, anzi. Chi ha provato a colpire la sua femminilità non ha fatto che migliorarne la notorietà e la reputazione, mettendo in luce per contrasto i suoi aspetti più seri e professionali – buoni o cattivi che siano, nei vari pareri, a seconda della provenienza politica di chi interviene».

Pubblicato il (giovedì 1 marzo 2012)
ARTICOLI CORRELATI

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it