Search
Reputation News
Governo tecnico: la Rete ti ha visto così

lunedì 4 febbraio 2013

Governo tecnico: la Rete ti ha visto così

Reputation Manager ha analizzato le opinioni online sull'operato del governo tecnico: il 76% dei giudizi è negativo.

Reputation Manager ha analizzato le opinioni on line sul Governo tecnico per capire, al di là degli scenari che prefigurano le prossime elezioni, quale sia il giudizio degli italiani in Rete in merito all’azione governativa dei “tecnici” in quest’ultimo anno.

Governo-Monti- analisi identità digitale Reputation Manager

Le conversazioni sono state rilevate e analizzate secondo nove categorie, tra cui competenza, riforme, credibilità internazionale, crescita, lavoro. Il giudizio del Web è impietoso: il 75,94% dei contenuti ha infatti valenza negativa, solo il 13,37% positiva e il 10,7% neutra. E nel 32% dei casi i giudizi hanno un impatto emotivo altamente lesivo. Non sono semplici opinioni negative, ma critiche feroci.

Scarica la ricerca completa

I tre argomenti più discussi sono: valenza politica del governo tecnico (27%), lavoro (16%) e riforme (12%). A seguire Crescita (10%), Credibilità Internazionale (9%), Competenza e Rigore (7%), Democrazia ed Equità (6%). Le opinioni si concentrano principalmente in: 29% testate giornalistiche (più positive rispetto agli altri canali), 27% video on line, 22% blog, e qui la percentuale di negatività arriva al 90%. I tre domini più attivi, ovvero youtube.com, ilgiornale.it e il messaggero.it, hanno tutti un posizionamento negativo rilevante.

Troppo rigore per nulla

Il Cerr® (Coefficiente di Rischio Reputazionale) mostra che l’impatto più negativo delle conversazioni è sul tema del Lavoro (Cerr -2,86), seguito da Equità (-2,61) e Rigore (-2,04) mentre la Credibilità internazionale è l’unica area che sembra riscattare l’immagine del governo Monti superando l’asticella della reputazione negativa con un indice Cerr® di +1,86%. L’opinione diffusa è che la politica del rigore e dei sacrifici applicata dal Governo, seppur necessaria per ripristinare la fiducia dei mercati finanziari, non sia stata sostenuta da una visione sociale e si sia abbattuta esclusivamente sul ceto medio, caricandolo di tasse (su tutte l’Imu), senza intervenire sui privilegi delle caste e producendo così ingiustizia sociale e mancanza di equità, aspetto che raccoglie il 90% di opinioni negative.

Esodati, che errore!

La riforma Fornero, giudicata insufficiente da molti punti di vista, specie per quanto riguarda l’impatto sulla disoccupazione giovanile, grava negativamente sull’immagine del governo anche sul piano della competenza: la vicenda degli esodati è ricordata come un clamoroso errore, e c’è chi si chiede: «Se i tecnici non sanno fare i tecnici, come direbbe Totò, che tecnici sono?». Il tema delle gaffe e la paradossale messa in discussione della competenza tecnica ha spesso l’effetto di avvicinare i tecnici ai politici, rivelando in senso più ampio la mancanza di fiducia nei confronti della politica: «C’era davvero bisogno di un economista di caratura internazionale per spostare di qualche anno l’età della pensione, tassare gli immobili e operare qualche taglio? Il suo insediamento è stato politico, non tecnico». A Monti viene riconosciuto il merito di aver ripristinato la credibilità internazionale (81% opinioni positive) e di aver riaperto una negoziazione paritaria con i partner europei, aspetto ritenuto fondamentale da chi sostiene che la crisi vada affrontata e risolta necessariamente in Europa. D’altro canto il sostegno senza precedenti espresso al Professore dai colleghi stranieri, che nell’ultimo periodo hanno caldeggiato la prosecuzione del suo governo, viene vissuta da alcuni come un’eccessiva ingerenza dell’Europa nella politica italiana, rischiando di incrementare un sentimento anti-europeista. Su Facebook il 76% delle Pagine e il 64% dei gruppi nati spontaneamente e dedicati a Monti e al suo governo hanno valenza negativa. Le community dei detrattori sono anche quelle più popolate e seguite: infatti i primi dieci gruppi e pagine sono tutti negativi e dichiarano al governo Monti un deciso rifiuto: “No Monti Day”, “No al governo Monti”. Che nell’ultimo mese ha avuto un incremento del 209% di post e commenti.

Il prezzo delle scelte impopolari

«L’analisi della reputazione on line di questo Governo Tecnico», commenta Andrea Barchiesi, amministratore delegato di Reputation Manager,«mostra una parabola discendente. Mentre nella fase iniziale le aspettative nei confronti di Monti e della sua squadra espresse nelle opinioni on line erano elevate, le azioni attuate e i loro effetti giudicati da molti negativi si sono tradotti in un analogo calo della reputazione on line. Lo dimostra il fatto che anche l’unico aspetto riconosciuto quasi all’unanimità come positivo, ovvero la credibilità internazionale, venga ora interpretato da alcuni come veicolo di un’ingerenza europea nella politica italiana. Sembra quindi che Monti abbia pagato il prezzo di scelte impopolari, soprattutto per quanto riguarda le tasse».

Pubblicato il (lunedì 4 febbraio 2013)
ARTICOLI CORRELATI

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it