Search
Reputation News
Toto-Quirinale: sul web il 69% degli italiani boccia i candidati. Sui social testa a testa tra Boldrini e Bersani

mercoledì 21 gennaio 2015

Toto-Quirinale: sul web il 69% degli italiani boccia i candidati. Sui social testa a testa tra Boldrini e Bersani

Barchiesi, Reputation Manager: il tema del rapporto tra Palazzo e Paese reale non è nuovo, ma con internet si allunga e si amplifica ancora di più.

Il dibattito e la battaglia politica per il prossimo Presidente della Repubblica certifica ancora una volta l’enorme distanza tra il Palazzo e il Paese reale.

Il 69% dei commenti sul web ai “candidati” di queste ore è infatti negativo.

Questo secondo quanto emerge dall’analisi realizzata da Reputation Manager, principale istituto italiano nell'analisi e misurazione della reputazione online dei brand e delle figure di rilievo pubblico, che ha monitorato il dibattito on line sulle prossime elezioni al Quirinale.

Le principali critiche mosse dagli italiani che seguono l’elezione del prossimo Presidente della Repubblica sono riassumibili:

  • I soliti nomi della vecchia politica
  • Nomi fatti per non compromettere l’accordo tra Renzi e Berlusconi
  • Tutti nomi scelti dal PD
  • Il Presidente della Repubblica dovrebbe essere eletto direttamente dai cittadini

Il 22% di commenti positivi coincide invece con aspettative generiche sul profilo che dovrebbe avere il nuovo Presidente:

  • Una persona fuori dalla politica, ma che sia estremamente competente in merito al funzionamento dello Stato.
  • Una donna
  • Una persona onesta

Tra i nomi che sono circolati in queste ore sulle principali testate (al di là della effettiva disponibilità degli stessi), quelli che hanno raccolto più commenti positivi sono: Bonino, Rodotà, Imposimato, Draghi.

Su figure come Veltroni, Prodi, Finocchiaro e Grasso invece si rilevano posizioni contrastanti tra favorevoli e contrari.

Tra quelli che gli utenti hanno nominato in modo più spontaneo come auspicabili, i più ricorrenti sono: Bersani, Zagrebesky, Gino Strada (presenti anche nelle “primarie on line” pubblicate da Il Fatto Quotidiano).

Su Amato e Casini prevalgono i commenti negativi.

Nell’ultima settimana su Twitter con l’hashtag #totoquirinale sono arrivati 3.593 messaggi inviati da 2.637 utenti.

“I dati rilevati sui social network -commenta Andrea Barchiesi, CEO di Reputation Manager- certificano ancora una volta con chiarezza quanta e quale distanza esiste tra il Palazzo e il Paese reale. Una distanza che è documentata in maniera plastica nelle migliaia di post e commenti di dissenso o d’ironia.  Certo il tema del rapporto tra Palazzo e Paese reale non è nuovo, prosegue Barchiesi, ma con internet si allunga e si amplifica ancora di più: la politica vuole ed è in gradi di recuperare il gap con i cittadini?”

Se la corsa al Quirinale fosse social: testa a testa tra Boldrini e  Bersani, ma assenti  la maggior parte dei candidati

La partita per il Quirinale su Facebook è un testa a testa tra il Presidente della Camera dei Deputati, Laura Boldrini e l’ex segretario del PD, Pierluigi Bersani.

La prima donna di Montecitorio raccoglie infatti su Facebook 177.170 fan mentre Bersani ne ha qualcuno in meno, cioè 169.846. Ma su Twitter l’uomo forte del PD ha quasi 429mila follower contro il 297mila della Boldrini.

I dati sono stati rilasciati quest’oggi da Web Politics, l’Osservatorio permanente sui personaggi politici online di Reputation Manager.

“Stupisce, dichiara Andrea Barchiesii, che su Facebook e Twitter non vi siano molti tra i possibili candidati al ruolo di Presidente della Repubblica”.

Dai social non risultano invece profili ufficiali di nomi come: Raffaele Cantone, Sabino Cassese, Pierluigi Castagnetti, Massimo D’Alema, Gianni Letta, Sergio Mattarella, Romano Prodi, Stefano Rodotà, Paola Severino, Ignazio Visco.

E soprattutto manca anche Giuliano Amato, cioè il candidato che in queste ore sembra raccogliere il maggior consenso intorno al suo nome.

Scendendo nel dettaglio, dopo Boldrini e Bersani, tra coloro i quali presidiano i social network attraverso un profilo ufficiale, vi sono:

FACEBOOK

  • Mario Monti                          95.012 fan
  • Ferdinando Imposimato       73.473 fan
  • Anna Finocchiaro                   66.093 fan
  • Pietro Grasso                         45.922 fan
  • Emma Bonino                         38.792 fan
  • Dario Franceschini                 38.482 fan
  • Walter Veltroni                      36.612 fan
  • PF. Casini                                29.576 fan
  • Sergio Chiamparino               19.315 fan
  • Paolo Gentiloni                      12.749 fan
  • Sergio Cofferati                       5.837 fan

Se invece consideriamo la “capacità di amplificazione” del messaggio, ovvero la reattività dei fan ai messaggi del politico, in testa troviamo ancora Laura Boldrini con 1.447 reazioni dei fan tra like e commenti ai suoi post, mentre al secondo posto sale Mario Monti con 1.088 reazioni. A seguire: Pierluigi Bersani (1.047), Ferdinando Imposimato (995), Pietro Grasso (496), Anna Finocchiaro (273), Dario Franceschini (190), Sergio Chiamparino (162), Emma Bonino (142), Paolo Gentiloni (109), Walter Veltroni (77), Sergio Cofferati (46).

Su Twitter, invece, dopo la Presidente Boldrini e il Segretario Bersani, troviamo

TWITTER

  • Mario Monti                          284.143 follower
  • Pietro Grasso                         187.499 follower
  • Dario Franceschini                 168.811 follower
  • PF. Casini                                 134.000 follower
  • Piero Fassino                           72.748  follower
  • Emma Bonino                          98.000 follower
  • Anna Finocchiaro                     69.013 follower
  • Roberta Pinotti                         48.146 follower
  • Paolo Gentiloni                        48.083 follower
  • Sergio Cofferati                       21.090 follower
  • Ferdinando Imposimato             6.187 follower
  • Sergio Chiamparino                   4.382 follower

Graziano Del Rio, Piero Fassino e Pier Carlo Padoan hanno invece solo una presenza ufficiale su Twitter. Significativa per i primi due con oltre 100mila follower per Del Rio, e 72mila per Fassino, e un po’ più timida per il ministro delle economia e delle finanze con 10.800.

Paolo Gentiloni balza al primo posto per capacità di amplificazione con 653 reazioni tra retweet e mentions ricevute, seguito da Roberta Pinotti (376), Graziano Del Rio (169), Pietro Grasso (75), Pierluigi Bersani (68), Dario Franceschini (60), Ferdinando Imposimato (49), Laura Boldrini (33), Sergio Cofferati (19), Mario Monti (18), Anna Finocchiaro (16), Piero Fassino (8), Sergio Chiamparino (7).

“Questo non significa, dichiara Andrea Barchiesi , che tutti i fan o i follower dei politici che abbiamo analizzato, aderiscono alle loro idee. Però certamente i politici che usano i social network si dimostrano più aperti allo scambio e al dialogo. E questo è sicuramente un dato che viene apprezzato e sottolineato dal popolo della rete. Anche se il 69% di loro sul web critica i candidati proposti,  segnando un gap ancora troppo profondo tra il Palazzo e il Paese reale”. 

Pubblicato il (mercoledì 21 gennaio 2015)
ARTICOLI CORRELATI

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it