Search
Reputation News
Osservatorio Reputation Manager/Italia Oggi: è Gianni l'avvocato con la migliore web eputation

lunedì 15 giugno 2015

Osservatorio Reputation Manager/Italia Oggi: è Gianni l'avvocato con la migliore web eputation

Osservatorio Reputation Manager/Affari Legali: L'avvocato di Gop ha la migliore web reputation. La ricerca semestrale condotta da Reputation Manger in esclusiva per Italia Oggi.

Francesco Gianni è l’avvocato d’affari con la migliore reputazione online. Il dato emerge da una ricerca condotta in esclusiva dalle società Reputation Manager e Be Media per ItaliaOggi Sette. Un’analisi, condotta semestralmente sull’immagine dei grandi studi sul Web, che a partire da questo numero si arricchisce anche di un approfondimento sui nomi più in vista dei vari studi.

Il numero uno di Gianni Origoni Grippo Capelli & Partners è in vetta con 4,9 punti grazie alla frequente presenza del suo nome sui media (sia generalisti, che di settore), all’aggiornamento costante del profilo Linkedin e alla riconosciuta abilità (evidenziata sui giornali online) nelle transazioni commerciali tra Italia e Cina.

Al secondo posto si piazza Gianluca Santilli di LexJus Sinacta (4,7 punti), che aggiunge alla visibilità derivante dalla sua attività professionale - legata soprattutto ai campi immobiliare, della finanza straordinaria e societario - quella derivante dalle numerose responsabilità in ambito ciclistico, sport di cui è un grande appassionato. Già procuratore federale, attualmente Santilli è responsabile nazionale settore Amatoriale della Federazione  Ciclistica Italiana e membro della commissione Mass Participation Events dell’Unione Ciclistica Internazionale.

Gianni e Santilli fanno il vuoto, con Vittorio Noseda a chiudere il podio, ma molto distante (3,7). Al partner di Nctm viene riconosciuta grande abilità nel districarsi tra i vari settori legali e la sua immagine sul Web esce rafforzata dall’iniziativa “Nctm e l’arte” che sta portando lo studio a collezionare opere d’arte di autori noti ed emergenti, come Carlos Garaicoa, Salvatore Arancio, Claudia Losi e Kiki Smith. Una dimostrazione di come anche le attività non strettamente professionali possano aiutare a promuovere l’immagine degli studi nei confronti della clientela aziendale.

Ad eccezione di alcuni casi evidenziati in questa ricerca, emerge un evidente disinteresse per la propria reputazione online da parte degli avvocati, solitamente molto attenti al network di relazioni e alla loro reputazione “tradizionale”, commenta Alberto Murer, Partner di Be Media. E aggiunge: “Nel mondo anglosassone sta crescendo da anni l’attenzione dei professionisti per la gestione e la cura della propria reputazione sul web, anche perché, spesso, sono proprio le informazioni negative e fuorvianti a rimanere indelebili e in evidenza su Google. Diventando così il "biglietto" di presentazione digitale che per primo verrà visto dai potenziali clienti”.

“La reputazione è un eco-sistema, formato da diverse componenti che però hanno un peso diverso”- spiega Andrea Barchiesi, CEO di Reputation Manager- “E’ un sistema che si costruisce nel tempo, portatore di valori (o disvalori) che si sedimentano nella percezione collettiva e che sono alla base della sua identità. Per questo l’immagine di professionisti e executive può essere compromessa per molto tempo da cronache passate che permangono on line nonostante non siano l’unica caratteristica del personaggio. Ecco perchè è fondamentale avere una presenza attiva e aggiornata, in modo da dare sempre un’immagine coerente al proprio profilo attuale”

“L’immagine istituzionale, la presenza e l’attività sui social sono gli aspetti sui quali si registra il maggior vantaggio degli studi internazionali presenti nel nostro Paese rispetto a quelli di matrice italiana”, commenta Andrea Barchiesi, ceo di Reputation Manager. “I loro siti Web sempre aggiornati è ricchi di contenuti.

Rispetto alle precedenti rilevazioni va sottolineato in particolare il progresso di Linklaters nella frequenza di aggiornamento delle news nel sito istituzionale”. In generale i contenuti on line riguardano casi e operazioni di successo degli studi, oltre che eventi e iniziative di csr che questi sponsorizzano. “Per quanto riguarda la presenza 2.0 invece si rileva un lieve ma generale calo: in particolare Eversheds e Clifford Chance fanno registrare pochi contenuti nuovi all’interno dei blog e un calo di volumi nelle mention”, aggiunge l’esperto.

Quanto agli italiani, “migliora la presenza istituzionale di alcuni studi, in particolare Gianni Origoni e Grimaldi, che hanno incrementato l’aggiornamento della sezione news nel sito”, sottolinea Alberto Murer, partner e consulente di comunicazione di Be Media.   “Bep e Chiomenti sono gli unici ad avere una pagina dedicata su Wikipedia, dove reperire informazioni sulla storia dello studio, anche se i casi rilevanti citati risultano un po’ datati o assenti. Si segnala che Nctm, nella scorsa rilevazione presente su Wikipedia, non ha più la pagina attiva”. I contenuti associati agli studi italiani sui motori di ricerca sono generalmente positivi o neutri, legati a casi seguiti, premi, eventi e iniziative. Murer sottolinea qualche progresso degli italiani sui social, “in particolare su Twitter, con Ls Lexjius Sinacta e Pirola Pennuto Zei aggiornano quotidianamente i propri account ufficiali”. Primi passi di un’evoluzione da compiere necessariamente. 

Pubblicato il (lunedì 15 giugno 2015)
ARTICOLI CORRELATI

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it