Search
Reputation News
AFFARI & FINANZA /Reputation Manager: MARCHIONNE IN RIMONTA, SALE DELLA VALLE

lunedì 13 febbraio 2017

AFFARI & FINANZA /Reputation Manager: MARCHIONNE IN RIMONTA, SALE DELLA VALLE

Anche questo mese torna l'appuntamento con la nostra classifica sulla reputazione on line dei Top Manager in Italia, realizzata in esclusiva per la Repubblica​ Affari & Finanza

Guidelines contenuti

CAIRO SEMPRE IN TESTA, MARCHIONNE GUADAGNA UNA POSIZIONE, PIAZZANDOSI SECONDO, RECCHI TERZO. IN GRANDE CRESCITA LA REPUTAZIONE ONLINE DI BONOMI, NEW ENTRY FALCIAI NUOVO AD MPS.  

LE PAGELLE FINALI

Urbano Cairo (Cairo Communication – La7) 75,8

Sergio Marchionne (Fiat) 72,2

Giuseppe Recchi (Telecom) 66,7

Diego della Valle (Tod’s) 63,4

Flavio Cattaneo (Telecom Italia) 60,8

Andrea Bonomi (INVESTINDUSTRIAL) 56,3

Claudio Descalzi (Eni) 56,2

Remo Ruffini (Moncler) 52,6

John Elkann (Fiat) 49,7

Marco Tronchetti Provera (Pirelli) 49,1

Francesco Starace (Enel) 48,7

Marina Berlusconi (Fininvest) 47,4

Francesco Caio (Poste Italiane) 46,8

Mauro Moretti (Finmeccanica) 45,5

Philippe Donnet (Generali) 44,4

Alberto Nagel (Mediobanca) 44,1

Ennio Doris (Mediolanum) 42,9

Carlo Cimbri (Unipol) 42,4

Roberto Colaninno (Alitalia) 40,6

Marco Morelli (MPS) 39,5

Alessandro Falciai (MPS) 35,5

IDENTITÀ DIGITALE E QUALITÀ DEI CONTENUTI

“Lo scandalo dieselgate ha impattato maggiormente il brand FCA piuttosto che il suo AD Marchionne, che, intervenendo in prima persona a pochi minuti dallo scandalo e investendo il suo patrimonio di credibilità, ha rassicurato il mercato e la Borsa, contenendo i danni reputazionali ed economici” dichiara Andrea Barchiesi, CEO di Reputation Manager.

Urbano Cairo mantiene la prima posizione, con un punteggio di 75,8 (+2,26). I temi rilevanti per la sua identità digitale riguardano principalmente:

L’elezione a imprenditore dell’anno 2016 secondo il sondaggio della rivista Milano Finanza, che lo vedeva in gara con oltre sessanta candidati fra banchieri, avvocati e imprenditori.
Il rispetto da parte di RCS dei tempi stabiliti (fine anno 2016) per rimborsare la rata da 25 milioni di euro alle banche.

Sergio Marchionne conquista il secondo gradino del podio con 72,2 punti (+1,16). Durante l’ultimo periodo di analisi (20 dicembre-20 gennaio) lo scandalo dieselgate è stato l’argomento più rilanciato dalle testate online che, nonostante alcune lesività, non ha influito negativamente sul punteggio finale e sulla posizione in classifica, grazie ai contenuti positivi - sugli investimenti in Usa, la conferma del mantenimento degli obiettivi strategici, e la rapida ripresa in Borsa dopo lo scandalo emissioni- che hanno bilanciato il punteggio finale, spingendolo in seconda posizione. Inoltre molti degli articoli negativi sono bilanciati positivamente dalle dichiarazioni ufficiali rilasciate da Marchionne nelle prime ore.

NELLO SPECIFICO HANNO INFLUITO POSITIVAMENTE:

Investimenti USA e rapporti collaborativi con il nuovo presidente Trump

“Trump ringrazia Fiat-Chrysler, Marchionne annuncia l’addio nel ’19. Il prossimo presidente degli Stati Uniti twitta ringraziando anche la Ford per aver deciso di investire in America e non più in Messico. Fca investirà oltre un miliardo negli impianti in Michigan e Ohio. Il manager non esclude operazioni di aggregazione”
“Sergio Marchionne nelle grazie di Donald Trump, Fca investe 1 miliardo di dollari negli Usa, 2000 nuovi posti di lavoro”

Conferma target finanziari 2018

“Fiat Chrysler Automobiles conferma gli obiettivi finanziari del 2018, compreso l'azzeramento del debito, e apre alla possibilità di pagare un dividendo "forse un po' prima", in base ai risultati del 2017. Lo ha detto l'amministratore delegato Sergio Marchionne parlando da Detroit”

Rassicurazioni dopo lo “scandalo emissioni” e volata in Borsa

“Marchionne rassicura il mercato, analisti escludono aumento. Gran rimonta del titolo Fca a Piazza Affari, ieri affossato dalle accuse dell'Epa su violazioni delle norme sulle emissioni
“Accuse rispedite al mittente dall'ad, Sergio Marchionne: "Non abbiamo commesso alcuna frode. Il nostro caso non è in nulla assimilabile a quello di Volkswagen. Non permetteremo a nessuno di discutere la moralità della nostra azienda".

INVECE, I CONTENUTI LESIVI SI RIFERISCONO SOPRATTUTTO ALLE PRIME 48 ORE IN CUI SI È DIFFUSA LA NOTIZIA DEL DIESELGATE FCA:

“FCA, Scandalo emissioni truccate: tutte le colpe di Marchionne”
“Secondo l’Epa, infatti, che ha denunciato pubblicamente la faccenda, l’azienda guidata da Sergio Marchionne e dal presidente John Elkann, ha violato le norme sulle emissioni dei veicoli prodotti”.
“dieselgate anche per fiat-fca in arrivo maximulta

3. Giuseppe Recchi perde una posizione e si classifica terzo i con 66,7 punti (-3,30). Il calo di punteggio è dovuto a volumi di notizie inferiori rispetto agli altri manager. Durante l’ultimo periodo di analisi le news riguardavano principalmente le dichiarazioni del presidente di Telecom rispetto alla vicenda Mediaset- Vivendi: “La vicenda Mediaset non ci riguarda, siamo solo spettatori, dice il presidente di Telecom Italia, Recchi. Ottimi i nostri rapporti con Vivendi”.

In grande crescita Andrea Bonomi che si piazza 6° con 56,3 (+8,45) punti guadagnando 8 posizioni grazie all’acquisto del 3% del capitale di Tod’s. La notizia ha influito positivamente sul titolo della società e sulla reputazione online del presidente di Investindustrial: "Tod’s registra un balzo del 10,8% a 67,35 euro” ancora “Tod's: Bonomi acquista il 3%, il titolo decolla in Borsa (+7%).

Le notizie del rialzo in Borsa di Tod’s giovano anche al suo presidente Diego della Valle che risale due posti, arrivando in 4ª posizione con un punteggio di 63,4 (+3,86). Altro tema positivo di cui ha beneficiato la sua reputazione online è il progetto di costruire entro la fine del 2017 una nuova fabbrica ad Arquata del Tronto, località recentemente colpita dal terremoto, per ridare “lavoro e speranza”.

In calo

Francesco Caio che perde oltre 10 punti posizionandosi 13° (46,8) per la crisi di quattro prodotti immobiliari venduti ai risparmiatori “l mercati temono gli effetti del danno reputazionale che potrebbe arrivare dalle forti perdite riportate da quattro fondi immobiliari collocati dal gruppo tra il 2002 e il 2005” e per le perdite in Borsa “Il titolo delle Poste Italiane ieri ha lasciato sul terreno l'1,41% a 6,3 euro”.

Scende anche Claudio Descalzi, settimo (56,2) a causa di lesività legate allo scandalo delle tangenti in Nigeria “Chiusa inchiesta su tangenti in Nigeria, Descalzi”.

New Entry:

Entra nella classifica di Reputation Manager il nuovo Presidente di MPS, Alessandro Falciai che ha preso il posto di Massimo Tononi. Falciai definito dalla stampa online “l’ingegnere del Monte un azionista silenzioso che ha resistito alla tempesta degli ultimi anni e che adesso è pronto alla presidenza”, per il momento si posiziona in ultima posizione con un punteggio di 35,5.

Pubblicato il (lunedì 13 febbraio 2017)
ARTICOLI CORRELATI

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it