Search
Reputation News
In cosa consiste il rischio reputazionale?

giovedì 14 maggio 2009

In cosa consiste il rischio reputazionale?

Andrea Barchiesi di ActValue si focalizza su analisi quantitativa della reputazione e calcolo dei rischio reputazionale, per il mondo bancario. Una voce che, rispetto al passato, sta assumendo sempre più rilievo nei bilanci bancari.

Fondamentalmente il rischio reputazionale di cui ci occupiamo è su 2 livelli. Il primo è di comunicazione, mentre il secondo è quello specifico descritto da Basilea II. Ci sono pertanto degli indicatori numerici esatti che indicano, nelle varie componenti e aree aziendali, il rischio specifico che le riguarda. Viene cosi introdotto un concetto importante e nuovo rispetto al passato: la decomposizione del rischio.

Abbiamo ribaltato il problema, partendo dal rischio "atomico", inteso come analisi dei singoli contenuti (connesso ad aree aziendali o mana-gement) a cui è legato un rischio. Facendo poi un consolidato di tutti i rischi atomici, riusciamo ad avere un rischio complessivo che riguarda il brand, ma analizzabile per ogni singola area.
Come si declina il rischio reputazionale ap-plicato all'ambiente web, come può essere utile questo al mondo bancario?
Proprio in virtù del concetto di rischio "atomico", la sua declinazione sul web parte dai sin-goli contenuti.

Se ad esempio ci riferiamo ad un servizio finanziario di una banca, ogni eventuale contenuto lesivo viene studiato separatamente, in base a semantica, canale di propagazione e altri parametri di riferimento. Si associa un valore separato ad ognuno di questi contenuti. Il tutto viene infine unito e ricalcolato, per dare un valore della percezione che c'è di questo servizio, da parte degli utenti della banca.

Cosi si possono ascoltare gli utenti e la loro opinione in base ad ogni singolo argomento. Gli investimenti della banca posso andare cosi solo verso i punti deboli e le tematiche "critiche".
ll web è dunque il primo canale attraverso cui queste cose possono essere fatte attraverso una raccolta massiva di dati, e un'interazione diretta coni clienti.

Voi parlate di misurazione quantitativa, rispetto ad una precedente che invece era qualitativa.
Esatto, si parla di un approccio completamente diverso. Fino a circa un anno fa il rischio reputazionale era visto un po' come una cenerentola nei bilanci. Mentre adesso, soprattutto in considerazione delle recenti tempeste finanziarie e dei vincoli imposti da Basilea II sta assumendo un ruolo di maggiore importanza.

La comunicazione, l'ascolto, la misurazione riscuotono sempre più attenzione.
La quantità in questo caso, non si traduce in minore qualità. Anzi rappresenta la possibilità di analizzare singolarmente e dettagliatamente molteplici opinioni (in base a parametri qualitativi prestabiliti). Semplicemente siamo di fronte a un'evoluzione rispetto alle metodologie precedenti.

Fonte: Text100 - Bancamatica

Pubblicato il (giovedì 14 maggio 2009)

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it