Search
Reputation News
Il web non dimentica. E il passato diventa scomodo

giovedì 16 giugno 2011

Il web non dimentica. E il passato diventa scomodo

Andrea Barchiesi parla a Radio19 di identità digitale e diritto all'oblio in rete insieme ad esperti di memoria digitale e diritto.

identita_digitale.jpg

Genova - «Il diritto all’oblio è una realtà perché non si può perseguitare una persona rimproverandole sistematicamente un fatto dopo venti o trent’anni che ha espiato le sue colpe. Non so cosa, ma qualcosa bisogna escogitare».

Così Enzo Iacopino presidente nazionale dell’ordine dei giornalisti intervenuto questa mattina su Radio19, la radio del SecoloXIX, che ha affrontato il tema della memoria digitale, ovvero di come le informazioni sulle persone vengano conservate sulla rete e riproposte dai motori di ricerca e di come questo possa danneggiare la reputazione.

«Il problema è più tecnico che deontologico - spiega Iacopino - quando una notizia viene inserita nella rete, quella notizia è vera e attuale. Quindi ci sono tutti i requisiti che ne legittimano la diffusione. Il problema è il mezzo anche se bisogna stare attenti a non criminalizzare internet: è uno strumento formidabile che presenta dei problemi che dovremmo cercare di affrontare. Occorre trovare rimedi».

Iacopino ha chiuso poi l’intervento con una considerazione sulle testate on line e sui blog che fanno informazione: «Bisognerebbe individuare in maniera chiara la responsabilità ma non per fare persecuzioni o crociate ma per avere un interlucotore fisico. Avere la possibilità di raggiungere qualcuno in buona fede per dire “guarda che le cose non stanno così”, anche questo è un contributo reale all’informazione».

Nel dibattito è intervenuto l’avvocato Guido Galliano che ha ricordato come «il diritto all’oblio in realtà non è scandito in nessuna specifica normativa. Esistono delle proposte di legge tra cui una, del 2009 che introdurrebbe una sorta di “prescrizione delle notizie” . Oggi come oggi è una legittima aspettativa dell’individuo».

L’avvocato Massimo Melica ha ricordato che «la memoria la scrivono sempre più gli altri. Dobbiamo abituarci che su internet l’identità digitale viene scritta sia da noi stessi sia dagli altri che pubblicano foto e commenti sul nostro agire sociale. Questo deve sensibilizzare tutti, soprattutto i giovani, che devono fare della rete un uso consapevole e responsabile».

E se gli strumenti giuridici a disposizione puniscono i responsabili di eventuali abusi, per cancellare informazioni sgradevoli su internet occorre la mano dell’esperto. “Reputation Manager” fa questo: «Ci occupiamo di analisi e intervento - spiega Andrea Barchiesi, managing director - Investighiamo nella rete e interveniamo per eliminare i contenuti, dove ci sono i termini, oppure ne riduciamo la visiblità sui network e i motori di ricerca. A noi si rivolgono persone che pensano alla lesività dei contenuti ma anche alla loro identità digitale: basti pensare che ormai colleghi, giornalisti, fornitori, datori di lavoro, partners la la prima cosa che fanno è cercare online informazioni su una persona. Non essere in rete è altrettanto grave che esserci male».

Fonte: IlSecoloxix.it

Pubblicato il (giovedì 16 giugno 2011)

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it