Search
Reputation News
«Niente sconti? Ti rovino sul web» Quante cyber-recensioni fasulle

sabato 11 agosto 2012

«Niente sconti? Ti rovino sul web» Quante cyber-recensioni fasulle

Il turismo è uno dei settori più in crisi per l'identità digitale, specie a causa delle recensioni false che screditano le strutture alberghiere

Altri tempi. Oggi i frequentatori del web non la pensano come Oscar Wilde, tanto che una delle maggiori preoccupazioni dell'era internettiana è quella di avere una buona reputazione, almeno on line. «Nell'era digitale la reputazione non è più soltanto un concetto filosofico, ma qualcosa che rimane scalfita nel web per sempre. Ognuno di noi ha una sua carta d'identità digitale che, magari senza saperlo, viene macchiata dai contenuti pubblicati da anonimi su motori di ricerca, Facebook, blog, su 30 miliardi di pagine web», spiega Andrea Barchiesi, amministratore delegato di Reputation manager, società che analizza l'immagine on line aiutando aziende e professionisti a non perdere la cyber reputazione. «Su internet - racconta l'ad - la verità non esiste, così come la riservatezza. Tutti possono cadere vittime di un abuso dei dati personali. Per esempio chi cerca un posto e vede il proprio profilo sbattuto in rete e dunque visibile dai futuri datori di lavoro, oppure chi ha la sua reputazione distrutta per una foto o un video pubblicato per vendetta com'è capitato a Belen con il suo filmato hot messo in rete da un ex fidanzato». E poi c'è chi ha mandato in fumo la carriera per commenti inopportuni scritti su Facebook credendosi invisibile, com'è capitato alla dipendente della Danieli, società di forni industriali per l'acciaio, che per aver scritto qualcosa tipo "“Che noia una giornata in Danieli”" è stata licenziata.

Uno dei settori più in crisi di identità digitale è il turismo. Qui tutto può accadere, tra giudizi falsi positivi e recensioni finte negative pubblicate nei portali di viaggi, Com'è capitato in Gran Bretagna dove sono state sbugiardate le recensioni negative di Helen Griffiths, su TripAdvisor, una delle più influenti community di viaggio, e su molti altri siti gastronomici, che riguardavano il ristorante «The Good Life» aperto da una rivale in amore a Shrewsbury. È stata la polizia postale a smascherarla e a costringerla a pubblicare sul Times l'ammissione di colpa: «Ho scritto i miei giudizi negativi senza essere mai entrata in quel ristorante e dunque senza avervi mai mangiato». E pensare che proprio TripAdvisor ha come motto «Get the truth, then go» (trova la verità e poi va.

«Leggi che tutelino le vittime del web non esistono» spiega Andrea Barchiesi. «Si cerca, perciò, di rimediare al danno, studiando il posizionamento dei contenuti lesivi o falsi nei motori di ricerca e anche la strategia migliore per isolarli. Poi si richiede la rimozione al sito o la pubblicazione di una rettifica quando si tratta di informazioni scorrette». Nel settore turistico, invece, è più complicato: «un esempio positivo arriva dalla Francia dove il tribunale ha condannato i siti turistici on line Expedia, TripAdvisor e Hotels.com a pagare 427mila euro al Synhorcat, il sindacato che rappresenta operatori alberghieri e ristoratori, per pratiche sleali e ingannevoli», dice Enrico Ferretti. Insomma a distanza di oltre quattro secoli si deve ancora dar ragione a Shakespeare quando affermava: «La reputazione? È una veste effimera e convenzionale, guadagnata spesso senza merito e perduta senza colpa».

Fonte: IlGiornale.it

Pubblicato il (sabato 11 agosto 2012)

REPUTATION MANAGER

Reputation Manager S.r.l. a socio unico
Cod.Fisc./P.IVA 0756941 096 7 Registro Imprese di Milano - R.E.A. MI-1967717 - Capitale Sociale € 71.450,00.= i.v.
Tutti i diritti sono riservati.
NEWSLETTER
Acconsento al trattamento dei miei dati personali(*)

ISO9001 Reputation Manager è certificata UNI EN ISO 9001:2008 (Certificazione N° 9175.RPTM).
UNI EN ISO 9001:2008, Sistemi di gestione per la qualità dei processi aziendali e produttivi, è la norma che definisce i requisiti di un sistema di gestione per la qualità per aziende ed enti. I requisiti espressi sono di "carattere generale" e possono essere adottati da ogni tipologia di organizzazione.

Reputation Manager S.r.l. è fondata da un gruppo di professionisti provenienti dalle più grandi realtà internazionali di consulenza e industria specializzati dal 2004 nelle tematiche di Reputazione Online e Web Intelligence.

Il nostro obiettivo è promuovere la crescita e lo sviluppo delle imprese tramite l’innovazione dei processi, delle metodologie organizzative e delle tecnologie informatiche.

Specializzazione nelle tematiche reputazionali e di brand monitoring Reputation Manager è frutto di una forte specializzazione dell’azienda sulle tematiche inerenti la reputazione e la misurazione degli impatti nei brand, prodotti e servizi. Vengono adottate le più innovative tecnologie e metodologie al servizio dell’eccellenza e della massima fruibilità pratica dei risultati. Molte delle innovazioni apportate sono una novità per il panorama nazionale.

Esperienza a 360° nelle problematiche web 2.0 Realizzazione di progetti nelle differenti aree costitutive del web 2.0: analisi reputazionale, raccolta opinioni, webanalytics, integrazione CRM, portali B2C, portali B2B, SEO, SEM, servizi ASP, usabilità, profilazione utenza, integrazioni con soluzioni VOIP. Ricerca e sviluppo La ricerca e sviluppo è un fattore di primario interesse nella mission aziendale. Il 30% delle risorse lavorano su progetti di ricerca e innovazione.

Dove siamo (Sede Operativa) Reputation Manager Via Gabriele D'Annunzio, 27 - 20016 Pero (MI) Tel: +39 02 928501 Fax: +39 02 92850190 E-mail: info@reputazioneonline.it